News Ticker

Menu

Articolo 08 di Marit Bech per Mosse.it

Condividi:


Articolo 08 di Marit Bech per Mosse.it


1° Port de Bras Balanchine (influenzato da Cecchetti)

Prima di iniziare con i port de bras vorremmo rammentare che, secondo il metodo Cecchetti, i palmi delle mani erano rivolti al pubblico abbassando e scendendo dalla 2a in prep. Qui invece si girano le mani verso terra e quindi in giù.

Il 1° port de bras che chiede Balanchine è il più semplice e naturale:

⦁    si va in 1a
⦁    si va in 2a
⦁    si scende in prep.

2° Port de Bras Balanchine

⦁    dalla prep. si va in 1a, testa inclinata a sx
⦁    dalla 1a si va in 3a, testa dritta
⦁    dalla 3a si va in 2a, testa a dx
⦁    dalla 2a si torna in prep. Testa a dx

E' uguale al 1° port de bras Vaganova ma nella 3a le braccia sono più aperte.


3° Port de Bras Balanchine

Dalla prep. si va in 1a e da li si passa in 3a con il b. dx e il sx in 2a. Il b. dx scende in 2a e poi si portano tutti e due in prep. e la testa gira.


4° Port de Bras Balanchine


⦁    si parte dalla prep.
⦁    si va in 1a
⦁    si apre in 2a
⦁    il corpo si piega giù in avanti e le braccia vanno dalla 2a alla 1a (giù)
⦁    alzandosi, la dx va in 3a e la sx in 2a
⦁    inclinarsi verso dietro in cambré
⦁    si ritorna dritti chiudendo le braccia in perp.

Quest'ultimo assomiglia al 3° port de bras Vaganova solo che nell'inclinarsi dietro in cambré la Vaganova lo vuole con le due braccia in 3a. Altra grande differenza è che mentre nella Vaganova ci si piega avanti con la testa e la schiena dritti, in Balanchine invece la schiena si curva e la testa e gli occhi non si vedono. La 1a posizione in Vaganova arriva all'altezza delle ginocchia mentre in Balanchine la 1a tocca quasi a terra.


Port de bras in 7 movimenti

⦁    stare in 5à pos. br. in prep. testa inclinata a sx
⦁    le br. vanno in 1à pos.
⦁    dalla 1a alla 3a, testa avanti
⦁    la dx va in 1a, testa guarda la mano la mano dx.
⦁    la dx va in 2a, testa girata a dx
⦁    la sx va in 1a, testa a dx
⦁    la sx va in 2a, testa a dx

NB. Le br. ritornano in prep.


Centro

La logica del centro

Prima di tutto si può seguire la linea della sbarra cioè, al posto del plié iniziale, si cominciare con un piccolo adagio che comprenda appunto il plié.

Poi si passa al tendus battements e jeté e così via. Si può anche cominciare subito con il tendu oppure, se alla sbarra non ne sono stati fatti tanti, si può iniziare con dei port de bras con varie combinazioni.

E' meglio cominciare il centro con morbidezza ma con ampiezza.

Dopo il tendu è bene lavorare sui fondus, frappés ed altri movimenti (per forza anche quelli di collegamento) ma senza usare ancora quelli grandi.

Poi si può passare al grande adagio e dopo ai piccoli salti, in seguito ai salti medi glissade assemblé o jeté e solo dopo ai piccoli di tipo batterie; dopo i piccoli salti è bene fare pirouettes poiché dopo questo tipo di salti i muscoli sono più preparati ad affrontare questa difficoltà tecnica del girare, c'è anche una componente psicologica oltre a quella della preparazione fisica.

Dopo si può passare ai grandi salti, qui si può aggiungere il lavoro delle punte per le ragazze così da poter lavorare poi sui manège di chianés, piquets etc.

Si conclude con port de bras ed inchini.

Prima di incominciare proprio i passi del centro è bene soffermarsi sulle varie posizioni del corpo in rapporto alle gambe e cioè: arabesques, attitudes e écartés.


Articolo di Marit Bech: www.maritbech.com

Condividi:

Post Tags:

No Comment to " Articolo 08 di Marit Bech per Mosse.it "

  • Per inserire un Emoticon Show Icons
  • Per aggiungere codice usa [pre]code here[/pre]
  • Per inserire una immagine usa [img]IMAGE-URL-HERE[/img]
  • Per inserire un video di youtube incolla un link come questo http://www.youtube.com/watch?v=0x_gnfpL3RM