News Ticker

Menu

Articolo 15 di Marit Bech dal suo libro La danza classica

Condividi:




Temps de Fléche
Nel Temps de Fléche quando si dice “in avanti”  il corpo è dritto e le gambe vanno  in avanti, anche la 1à gamba è gettata e la seconda gamba in ordine di gettata lo fa in forma di développé gettato quindi dal piegato al teso.

In avanti (sono le gambe dietro che lavorano ma il corpo va avanti ,di qua il nome).
Stare in 4a croisée g. sx avanti, la g. dx in pointe dietro, braccia in Prep.
Con un demi-plié (sulla g. dx) e passé par terre verso dietro con la g. sx, cambiare peso con il plié sulla g. dx che ora è in avanti, la g. sx indietro va in aria.
Attenzione , si salta (subito dopo il passé (passaggio) dalla 1à e la g. sx che va in aria) quindi la gamba dx che ha dato la spinta, va ora all'indietro in aria (tutte e due sono adesso in aria)  tramite una “sforbiciata” g. dx sale ancora più alta della g. sx.
Si scende sulla g. sx in demi-plié, mentre la g. dx finisce in attitude dietro.

N.B. il tutto si fa con velocità senza fermate che permette la sforbiciata.

N.B. Passé: ricordiamo che il passaggio attraverso la 1a si chiama passé par  terre come nel rond de jambe par terre.

N.B. Nel salto i palmi delle mani nel passaggio sono rivolti in giù.

Indietro (sono le gambe che lavorano in avanti ma il corpo verso dietro).
Si fa nello stesso modo dell’avanti. Quindi la stessa procedura ,dal croisé gsx Avanti in pointe e si va tramite il passé di 1à in 4à pos. dietro (effacé) in plié. (non scordare di piegare il corpo verso dietro) le br. in 2à con i palmi in giù e cosi via di scambio gambe “sforbiciata”) dal salto si scende sulla gdx in demi-plié, mentre la g. sx finisce in croisé avanti tesa in su (quatriéme devant en l’air) e la g. dx in plié con braccia in gran posa.

Lo jeté passé devant (le gambe lavorano indietro) si fa anche in sequenza di diagonale oppure intorno la sala.
N.B. Molti scambiano lo jeté passé in avanti (le gambe lavorano in dietro) per un grand pas de chat quindi sarà bene paragonare e scoprire la differenza.

6. Jeté en Tournant par terre

(In avanti) Lo Jeté en tournant par terre diventa di effetto se fatto in serie uno dietro l'altro in diagonale o in manège.
 Stare in 5a croisée dx avanti e si apre in effacée, fare un dégagé in effacée (diagonale) con la g. dx e contemporaneamente un demi-plié con la g. sx.
 Mettere la g. dx in tombé, demi-plié, la g. sx è tesa in dietro..
Gettare la g. sx avanti saltando sulla g. dx in su. In aria le due gambe sono attaccate in 5a e seguono con corpo un giro tour in senso orario.
Si scende sulla g. sx plié e la g. dx in coupé avanti o (sur le cou de pied) per poter ricominciare con la g. dx avanti tombé e così via.

Cecchetti chiama questo jeté: elancé tour en arabesque.

Oggi questa forma si è sviluppata e si può vedere nel manège quando una gamba è in coupé o passé in aria e le braccia in su o altre forme.

7. Jeté en Tournant (en l'air)

Cecchetti lo chiamava Coupé Jeté en Tournant.
 Stare in 5a g. dx avanti
1. Mettere la g. dx avanti in 4a croisée plié (braccio dx in 1a e sx in 2a)
2. Fare una specie di Sisonne Tombé av. o chassé, finendo come nel punto 1.
3. Portare la g. sx di dietro in avanti (al posto di 5° pos.) posarla in plié e di qua la g. dx va in coupé avanti. Nel fare il coupé avanti il corpo e le gambe girano verso effacée (le braccia in 1a) in senso orario.

Slanciare la gamba g. dx (dal coupé) in avanti e continuare con essa un “rond de jambe” en dehors (destra), anche il corpo gira con la gamba che si gira verso la 2à pos. e con la gamba sx si salta nello stesso tempo, dopo aver fatto questo salto e giro con il corpo e gamba (il rond), quindi scendere dal salto in attitude croisée derrière con la g. dx. Da notare che questo jeté fa un giro tour intero con il corpo.

N.B. La scuola russa chiede un energico “sissonne tombé” come preparazione. Il braccio che va avanti deve essere dritto e tenuto forte, ed il corpo un po' inclinato avanti.

Quando il corpo gira (in aria) le braccia sono in 1a. C'è chi gli fa in 2a e 3a. La dx in 2a la sx in 3a.(Gran posa alla Vaganova)

Quando questo Jeté si fa in manège l'attitude finale sarà in effacée e così anche il sissonne tombé iniziale.(la gamba davanti in croisé è tesa in aria)

N.B. Questo tipo di jeté si è sviluppato negli ultimi anni in modi diversi che chiameremo “jeté en tournant manége”
Esempi:
1. al posto dell'attitude la gamba dietro finisce tesa in arabesque.
2. Il passaggio girevole per terra (prima del salto) avviene con un “soutenu en tournant” (girevole)
3. gamba piegata in avanti o tutte e due sia davanti che di dietro
4. le braccia (tutte e due) si aprono e si chiudono dalla 1a in gr.posa o 1à arabesque. A volte per altro effetto una delle braccia (di solito quella dietro) va in 3a come nel basilare originale.
La danza folkloristica acrobatica praticata da “Moiseyev” usa questo tipo di jeté inclinando molto il corpo nel salto girevole quasi parallelo al pavimento.
Le braccia in questo caso fanno come “elica”.
(A sentire Rudy Nureyev che lo fa nel corsaro (coreografia del passo a due di Vakhtang  Ciabukiani e che lo chiamano manége di…T.B.)
Questo tipo di jeté è entrato anche nella classica (in particolar modo con delle gambe in “attitude”), in serie uno dopo l'altro quindi in manège. Vorrei aggiungere che il demi-plié in questa sequenza serve da molla. C'è chi lo fa più volte sul posto (sempre la stessa gamba) girando sul posto e c'è chi cambia gambe. C'è chi usa il passo di preparazione con “pas coupé”  invece di “sissone tombé” etc.

8. Jeté  Renversé

Il renversé si può fare in en dehors e in en dedans.
In 5a plié en face g. dx avanti:
En dehors: si getta la gamba sx alla 2a saltando sulla g. dx. Si scende sulla g. sx in attitude.

N.B. È come un pas jeté normale alla 2a solo che la gamba gettata va fino a 90° o più e a volte ci si sposta con il corpo lateralmente.
La differenza è solo nella discesa, al posto di en face in coupé, in attitude croisée, di qua che si fa il renversé con un pas de bourrée en tournant.
 In questo caso è en dehors, ma si può fare in en dedans.
 N.B. da ricordare che il busto gira a imbuto nel renversé.
 En dedans: Sempre in 5a plié en face g. dx avanti.
Si slancia la g. dx alla 2a saltando sulla g. sx e si ”cade” sulla g. dx in plié, la g. sx è tesa in avanti in developpé croisée.

N.B. Nel renversé che viene girato a imbuto si deve stare attenti a non fermarsi con tutte e due le spalle e la schiena al pubblico ma una spalla alla vota.


Articolo di: Marit Bech - www.maritbech.com

Condividi:

Post Tags:

No Comment to " Articolo 15 di Marit Bech dal suo libro La danza classica "

  • Per inserire un Emoticon Show Icons
  • Per aggiungere codice usa [pre]code here[/pre]
  • Per inserire una immagine usa [img]IMAGE-URL-HERE[/img]
  • Per inserire un video di youtube incolla un link come questo http://www.youtube.com/watch?v=0x_gnfpL3RM