News Ticker

Menu

10 consigli per una pausa pranzo all’insegna del benessere

Condividi:

10 consigli per una pausa pranzo all’insegna del benessere

Dal Comitato Tecnico-Scientifico di FOODWELL Expo che arrivano i 10 consigli per una pausa pranzo all’insegna del benessere, anche per chi ha i minuti contati:

1)    Prendersi del tempo per sé, bastano 20 minuti lontano dalla scrivania, senza parlare di lavoro e senza l’ansia di dover tornare subito in postazione. È scientificamente provato che “staccare la spina” aumenta la produttività delle ore successive e fa bene all’organismo.

2)    A tavola, o sulla panchina del parchetto davanti all’ufficio non devono mai mancare acqua, verdura, olio extravergine di oliva e carboidrati. Sì alle variazioni soprattutto per quanto riguarda le proteine, la dieta mediterranea resta sempre quella più indicata.

3)    Se proprio non si possono staccare gli occhi dal computer, almeno avere alcune importanti accortezze: coprire la tastiera, usare un vassoio, non leccarsi le dita. La scrivania dell’ufficio ha una carica batterica più elevata di quella del wc!

4)    Sgranchirsi: fare quattro passi è un’attività che ruba poco tempo e rigenera l’attività celebrale. Alzarsi dunque il più possibile dalla propria scrivania, anche solo per arrivare alla stampante. Stiracchiarsi come quando ci si alza dal letto la mattina, muovere i polsi e le caviglie mentre si sta seduti al proprio posto. Sono tutti piccoli trucchi che apportano benefici a metabolismo e circolazione.

5)    Non saltare il pasto. È vero che mangiare in compagnia del pc è quanto di meno igienico ci sia, ma saltare completamente il pranzo è altrettanto nocivo e aumenta il rischio di mettere su chili di troppo. Piuttosto una pizzetta sul balcone dell’ufficio!

6)    Ok alla schiscetta, da mangiare tassativamente lontano dalla scrivania. Alcune avvertenze sono importanti anche per il cibo portato da casa: a pesce, carne e verdura cotta preferire insalate, frittate, riso e paste fredde che non hanno bisogno di essere riscaldate, si possono condire al momento, non subiscono gli sbalzi di temperatura e soprattutto…non puzzano!

7)    Non spizzicare patatine e merendine responsabili di picchi glicemici e incapaci di soddisfare correttamente il fabbisogno psicofisico.

8)    Bere tanta acqua. Non solo per idratarsi e per fare del bene al nostro corpo, ma anche per risvegliare mente e energie fisiche. L’acqua è infatti un importante alleato contro stanchezza e mal di testa. In pausa pranzo spesso ci si dimentica di bere e invece è un fattore fondamentale per ricaricare le pile.

9)    La frutta post pranzo: c’è chi dice che fa bene, c’è chi dice che gonfia e va mangiata lontano dai pasti. Quello che è sicuro è che non può sostituirsi a un pasto e che deve essere consumata quotidianamente, quindi seguite la teoria che sentite più in linea con le vostre abitudini e con il vostro corpo, ma preferite una dieta ricca di frutta.

10)    Last but not least, il caffè. Sul caffè ci sono teorie contrastanti, ma due caffè al giorno non possono che far bene se presi a stomaco pieno. Come l’acqua, contrasta il mal di testa e la sonnolenza. In più facilita la digestione ed è vaso dilatatore quindi rilassa i muscoli e migliora l’umore, se assunto con moderazione.

Condividi:

No Comment to " 10 consigli per una pausa pranzo all’insegna del benessere "

  • Per inserire un Emoticon Show Icons
  • Per aggiungere codice usa [pre]code here[/pre]
  • Per inserire una immagine usa [img]IMAGE-URL-HERE[/img]
  • Per inserire un video di youtube incolla un link come questo http://www.youtube.com/watch?v=0x_gnfpL3RM